Aggiornato il Codice di comportamento delle imprese edili

Il 5 marzo 2018, l’ANCE ha comunicato di avere concluso l’aggiornamento 2018 della revisione 2013 del Codice di comportamento delle imprese di costruzione.
Il codice intende prevenire i reati ai sensi dell'articolo 6, comma 3 del D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231, predisposto, per la prima volta, nel 2004, e aggiornato nel 2008. 
L’aggiornamento 2018 tiene conto delle nuove fattispecie di reato introdotte dal 20 dicembre 2013 al 31 dicembre 2017. 

Si è proceduto, contestualmente, all'aggiornamento del Software Squadra 231, l'applicativo che consente alle imprese Ance di predisporre gratuitamente il modello suddetto. 

Si ricorda che il D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231, nell'introdurre la responsabilità amministrativa degli enti per i reati commessi nel loro interesse od a loro vantaggio dai vertici o dai dipendenti, prevede l'esclusione della responsabilità per le imprese che abbiano adottato ed efficacemente attuato un modello di organizzazione, gestione e controllo idoneo a prevenire la commissione dei reati. Questi modelli possono essere adottati dalle imprese sulla base di Codici di Comportamento redatti dalle Associazioni di Categoria rappresentative delle imprese del settore, sottoposti alla verifica del Ministero della Giustizia.
© Copyright 2018. Edilizia in Rete - Privacy policy