Consumi energetici elevati per l'edilizia pubblica

Il patrimonio residenziale pubblico del nostro Paese pecca per inefficienza energetica: i consumi di questi edifici sono troppo elevati con conseguenti costi altrettanto alti per le utenze.
Il 24 febbraio è la giornata del risparmio energetico e per l'occasione Officinae Verdi Group, joint venture di Unicredit e Wwf, sottolinea un grande problema del patrimonio edilizio residenziale pubblico del nostro Paese. Infatti, ben 500.000 mila alloggi sono classificati ad elevato consumo energetico, in classi tra la E e la G. Questo comporta anche una spesa molto elevata per le famiglie che le abitano, che spendono fino al 10% del proprio reddito per bollette di gas ed elettricità.
La joint venture ha annunciato GMH4.0, un nuovo modulo in sviluppo per il "green social housing" con strutture in acciaio riciclabile al 100%, materiali di isolamento eco-sostenibili e una piattaforma di IoT, l'internet delle cose, che controlla e monitora i consumi energetici.
Messo a punto in collaborazione con il gruppo Manni, il modulo, stando agli ideatori, consente di ridurre del 30% i costi di costruzione, del 70% i tempi realizzazione e del 50% i consumi energetici e le emissioni di CO2.
© Copyright 2017. Edilizia in Rete - Privacy policy