Corsia veloce per il 95% dei micro-appalti

I 400 milioni previsti dalla legge di Bilancio per finanziare la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici sono stati quasi tutti appaltati. La corsia veloce, dunque, creata per i microappalti dei piccoli Comuni sta funzionando. Nei prossimi giorni si dovrebbe arrivare a impegnare il 100 per cento delle risorse. In autunno saranno disponibili altri 500 milioni finalizzati al risparmio energetico e alla mobilità sostenibile.
I dati diffusi dalla Ragioneria generale dello Stato confermano che questa norma, proposta dall'Ance (l'associazione dei costruttori) circa un anno fa ispirandosi al «modello spagnolo», costituisce una sorta di miracolo nel panorama italiano dei lavori pubblici. In un Paese come il nostro, in cui servono in media dai due agli otto per passare dal finanziamento al cantiere, riuscire ad appaltare in meno di cinque mesi quasi tutti i lavori previsti è un fatto eccezionale. I piccoli Comuni coinvolti sono 7.393 e i progetti finanziati sono 7.842.

Il compito, non affatto facile, della politica per i prossimi mesi sarà quello di stabilizzare questo meccanismo, trovando delle coperture ordinarie e inserendole nella prossima manovra.
© Copyright 2019. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy