Dove nasce il cemento. Federbeton apre le porte di cinque stabilimenti

Nelle giornate del 5 e 6 ottobre cinque stabilimenti per la produzione di cemento hanno aperto le porte alle comunità locali in una giornata di incontro e condivisione. La giornata Porte Aperte è stata l’occasione per conoscere da vicino una realtà produttiva e un materiale alla base della vita quotidiana e dello sviluppo economico e sociale.
Oltre 6.000 visitatori, 5 cementifici aperti in contemporanea, centinaia di dipendenti coinvolti, decine di volontari: è questo il bilancio della prima edizione dell’iniziativa Porte Aperte, promossa nelle giornate del 5 e 6 ottobre da Federbeton, federazione rappresentativa della filiera produttiva del cemento e del calcestruzzo.

La conclusione è avvenuta nell’impianto di Monselice (Buzzi Unicem) . La due giorni di visite è stata l’occasione per creare dei momenti di dibattito e di incontro, che hanno consentito di raccontare come nasce il cemento, direttamente nei luoghi di produzione e attraverso le voci dei protagonisti. Questa iniziativa è stata rivolta in modo particolare ai cittadini delle comunità locali. È stata un’occasione per interagire con le comunità locali, le associazioni, le scuole e le famiglie e per manifestare l’impegno concreto delle imprese sul fronte della sostenibilità, dell’innovazione e della responsabilità sociale.

Hanno aderito al Porte Aperte di Federbeton anche gli impianti di Matera (Italcementi), Colleferro (Italcementi), Ternate (Holcim) e Galatina (Colacem), dove ieri è intervenuto anche il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia.
© Copyright 2019. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy