“Fondo Kyoto” proroga di un anno

Comuni e Province potranno accedere fino al 30 giugno 2018 al fondo di 350.000.000, destinato a migliorare di almeno due classi l’efficienza energetica degli edifici scolastici.
Non è la prima volta che il Ministero dell’ambiente rinvia i termini per presentare le richieste per accedere al Fondo Kyoto.
Fissata inizialmente per il 18 ottobre 2016, la scadenza era già stata prorogata al 30 giugno 2017.
Ora, mediante il decreto del 27 giugno 2017, n. 169, sono dilazionati di altri 12 mesi i termini per godere dei finanziamenti agevolati, regolati dal Dm n. 40/2016 che ha riprogrammato le risorse residue del d.m. 66/2015 pari a 247 milioni di euro.

In questo frangente, sono state soprattutto ANCI e Legambiente a chiedere al Ministero l’ulteriore proroga. Le ragioni, da un lato l’assegnazione a inizio 2018 di spazi finanziari per gli enti locali, dall’altra la necessità di avere più tempo a disposizione per le diagnosi energetiche degli immobili.

Si ricorda che i mutui contratti dagli Enti locali si avvalgono della Cassa e depositi e prestiti (Cdp) e possono finanziare non solo interventi di efficientamento energetico in un arco temporale massimo di 3 anni dalla data di inizio lavori, ma anche opere di adeguamento alla normativa antisismica, fino a un massimo del 50% del valore del progetto.
© Copyright 2017. Edilizia in Rete - Privacy policy