Graduatoria Bando Periferie Degradate

Il 20 giugno 2017 è stata pubblicata la graduatoria dei progetti vincitori del Bando “Periferie degradate”, istituito nel 2015 per riqualificare le periferie dei comuni italiani e arginare violenza e devianza sociale. Stanziati 79 milioni di euro per 46 interventi.
I vincitori
Dei 451 progetti presentati da altrettanti Comuni, solo 46 saranno i beneficiari del bando. Il primo posto è occupato dal Brescia, che ottiene il massimo finanziabile, 2 milioni di euro. Sul podio Ancona e Biella, anch’essi con 2 milioni di euro.
Seguono a ruota altri capoluogo come Cagliari, Ferrara e La Spezia. Nella lista dei finanziati ci sono inoltre Firenze, Ferrara, Macerata Cagliari e Agrigento; gli altri sono Comuni non capoluogo di provincia.
Alcuni hanno ottenuto piccoli importi, pari a 200 mila o 100mila euro.

Per fare degli esempi concreti di intervento, a San Benedetto del Tronto si prolungherà un pista ciclabile; a Senigallia sarà risanato il Porto della Rovere; ad Erice nel trapanesesi costruiranno edifici pubblici per servizi di assistenza sociale.

I Comuni selezionati dovranno stipulare la convenzione con il Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri entro il 31 luglio 2017, pena la revoca dei finanziamenti e lo scorrimento della graduatoria.

Gli esclusi
Gli altri progetti potranno essere finanziati con le risorse che si rendessero disponibili entro tre anni dalla pubblicazione della graduatoria in Gazzetta Ufficiale.

L’iter del Bando
Con la pubblicazione degli assegnatari del finanziamento, si conclude l'iniziativa "aree urbane degradate" lanciata gà nel 2015 dal Governo, con la Legge di Stabilità tramite il Dpcm del 15 ottobre 2015 ("Interventi per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate”). Il Dpcm approvò il bando che, nell'ambito del Piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate, in attuazione della legge 190/2014, stabiliva le modalità per la presentazione, da parte dei comuni, di progetti di riqualificazione, costituiti da un insieme coordinato di interventi diretti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale.

Entro la fine del novembre 2015, 800 Comuni presentarono i loro progetti e 451 di questi furono inseriti in graduatoria.
Lo stanziamento originario era di 200 milioni di euro, poi ridotti a 80 milioni.
© Copyright 2017. Edilizia in Rete - Privacy policy