Il nostro ricordo di Giorgio Squinzi

È stato imprenditore, da amministratore ha condotto il gruppo Mapei alla dimensione internazionale, da Presidente ha guidato Confindustria dal 2012 al 2016, grande appassionato di sport era proprietario del Sassuolo Calcio.
Giorgio Squinzi è morto mercoledì 2 ottobre, all'ospedale San Raffaele di Milano. Aveva 76 anni.

È stato un imprenditore illuminato nel settore delle costruzioni italiane. Come amava dire, era un imprenditore nato in una famiglia di imprenditori. Dopo la laurea in Chimica al Politecnico di Milano entra in Mapei, azienda fondata dal padre Rodolfo nel 1937 e operativa nel settore della produzione di materiali chimici e additivi per l'edilizia. Nel 1978 ne diviene amministratore unico e avvia un processo di espansione e internazionalizzazione dell’azienda, fino a trasformarla nella multinazionale, leader a livello mondiale, di oggi.

Lunga è stata la sua attività in Confindustria, prima della presidenza è stato per 12 anni vicepresidente degli industriali con delega alla ricerca e all'innovazione. Il 22 marzo 2012 è stato designato presidente di Confindustria, carica che termina il 25 maggio 2016. Inoltre è stato presidente di Federchimica e vicepresidente di Assolombarda.

Varie sono state le onorificenze di cui è stato insignito. Nel 1998 è stato nominato Cavaliere del Lavoro, e nel 2013 è diventato Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana. Nel 2002 ha ricevuto la laurea ad honorem in Ingegneria chimica dal Politecnico di Milano.

Alla moglie Adriana, ai figli Marco e Veronica, e ai dipendenti di Mapei, le più sentite condoglianze da parte di Gisella Bertini Malgarini e da tutto lo staff redazionale e commerciale di BE-MA Editrice.

© Copyright 2019. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy