Immobiliare: sempre più stabilità per i prezzi delle case

Un sondaggio riferito al IV trimestre del 2016 evidenzia che sono aumentate le agenzie immobiliari che prevedono una stabilizzazione dei prezzi delle abitazioni mentre, mentre diminuiscono gli operatori che prevedono un calo dei prezzi.
Si riduce anche il differenziale fra prezzo richiesto e il prezzo pagato, segno che domanda e offerta si stanno avvicinando. E' quanto emerge dal sondaggio congiunturale di Bankitalia sul mercato delle abitazioni, condotto tra il 27 dicembre 2016 e il 27 gennaio 2017 presso 1.507 agenzie immobiliari. I mutui - evidenzia il sondaggio - continuano a coprire oltre il 70% del valore dell'immobile.
Nel dettaglio salgono da 64,0 del terzo trimestre a 69,8 del quarto, i giudizi che vedono i prezzi stabili mentre scendono da 34,6 a 27,6, i giudizi di prezzi in calo. In sensibile aumento, da 1,4 a 2,7 i giudizi di prezzi in aumento. Quanto al differenziale fra prezzo richiesto e prezzo pagato, in media la compravendita avviene con una riduzione dell'11,6% sul prezzo richiesto (nel trimestre precedente il calo era del 13,0%).
La quota di agenzie che ha venduto almeno un'abitazione è aumentata per il secondo trimestre consecutivo (a 80,6% da 72,9). Gli immobili intermediati sono in prevalenza quelli di metratura fino a 140 mq abitabili o parzialmente da ristrutturare e con classe energetica bassa. (ANSA).
© Copyright 2017. Edilizia in Rete - Privacy policy