Nasce Primate l'evoluzione nei materiali da costruzione

Debutta a Klimahouse, fiera internazionale per l'efficienza energetica e il risanamento in edilizia in programma dal 24 al 27 gennaio a Fiera Bolzano, il nuovo brand PRIMATE, che nasce in seno alla più che quarantennale esperienza di MPE Spa, realtà di riferimento nazionale nella trasformazione del polistirene espanso sinterizzato (EPS) in molteplici settori.
Ad affiancare MPE, nella nuova divisione, due nomi noti e di consolidata esperienza nel campo dei materiali edili, Gabriele Nicoli per gli schermi e membrane traspiranti e Gian Paolo Vercellotti per l’isolamento acustico.  
PRIMATE si propone come una realtà innovativa sin dal suo payoff “Evolving for a better building” e dal suo marchio, un gorilla capace di racchiudere nel suo tratto tutta una serie di importanti significati. Il primo, quello più semplice, è la rappresentazione dell’uomo che è a tutti gli effetti un Primate, una scimmia evoluta che possiede una socialità e una cultura, cioè un sistema di regole e di comportamenti creati da lui stesso, utilizzando la sua capacità di simbolizzazione. Uno dei simboli dell’evoluzione dell’uomo è indiscutibilmente la casa, luogo fisico prima e metaforico poi, che funge in primis da protezione per quell’animale che, modificandosi nella selezione naturale della specie, ha perso il pelo ed è rimasto nudo e senza difese. Con il termine casa solitamente si intende una costruzione edificata dall’uomo per soddisfare le proprie esigenze abitative, che nel corso della storia sono cambiate assieme a lui e quindi anche il concetto di casa ha subito, come per l’uomo, un’evoluzione della “specie”.  
La casa del Primate di oggi, piena di tecnologia, comodità e sofisticati arredamenti sembra essere molto lontana dai motivi e dalle necessità per cui è nata: è l’espressione della società moderna che oltre al rifugio, all’alimentazione e alla protezione della prole ha individuato nella casa una serie di funzioni nuove. La casa così è diventata anche – o forse soprattutto – il luogo in cui ritrovare se stessi, stare bene e raccontare la propria personalità, oggi più che mai espressione di chi la abita e simbolo di valori e tradizioni personali e sociali. 
Una realtà che propone una mixology di ingredienti unici: una buona dose di tradizioni costruttive miscelata con le tecnologie più innovative e i materiali più performanti, nonché esperienza internazionale, il tutto shakerato con una manciata di sistemi studiati ad hoc per il benessere, il comfort e l’ambiente.  
WELL-LIVING PROTECTION 
Sistemi e soluzioni per isolare e proteggere il tuo edificio 
L’evoluzione naturale dell’uomo e del suo abitare ci ha portati a una nuova forma di casa che potremmo definire ADATTIVA o, per usare un termine 2.0, RESPONSIVE, ossia una casa simpatetica, in grado di adattarsi a chi la abita e all’ambiente in cui si trova nell’ottica di creare le condizioni migliori per il benessere dell’uomo. 
Il concetto di well-living oggi verte su tre punti cardine che superano l’estetica e si concentrano su aspetti tecnici di fondamentale importanza:  
• Isolamento acustico, perché il rumore è uno degli agenti che maggiormente influenza negativamente il comfort e il benessere psicofisico; 
• Isolamento termico, perché è fondamentale “indossare” un abito che tenga caldo d’inverno e faccia stare freschi d’estate; 
• Traspirazione, perché una casa che traspira previene l’insorgenza di una serie di problematiche nell’edificio e nell’uomo, e fa funzionare il sistema casa alla perfezione. 
Isolamento termico e acustico e traspirazione sono anche i semplici segreti per evitare che la propria casa sia soggetta alla sindrome dell’edificio malato (Sick Building Sindrome, SBS) che, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, colpisce il 20% della popolazione ed è causata, appunto, dalla scarsa qualità dell’aria negli ambienti chiusi che genera nell’uomo una serie di patologie (irritazione degli occhi, tosse, nausea, sonnolenza, cefalea, astenia). 
Il tutto si combina spesso a pessime e malsane condizioni di temperatura, umidità, illuminazione e rumorosità ambientale, che influenzano in maniera netta il microclima di un ambiente, sia industriale sia residenziale, e di conseguenza il benessere personale.
© Copyright 2018. Edilizia in Rete - Privacy policy