Nuova filiale Zanutta a Mogliano Veneto.

Taglio del nastro oggi per la nuova sede Zanutta a Mogliano Veneto. Il gruppo veneto-friulano ha realizzato un investimento di 1 milione di euro per rilanciare l’edilizia sul territorio. La presidente di Unindustria Treviso: "l’insediamento arriva in un momento di svolta per il comparto delle costruzioni".
“E’ un momento di svolta per il settore delle costruzioni, confermato dagli ultimi incoraggianti dati sull’aumento degli investimenti e dei finanziamenti. Il nuovo insediamento di Zanutta a Mogliano arriva in un contesto di grandi trasformazioni, anche culturali”. 
Così la presidente di Unindustria Treviso Maria Cristina Piovesana, intervenendo questa mattina all’inaugurazione della nuova filiale di Zanutta spa a Mogliano Veneto. Un investimento di 1 milione di euro che punta a consolidare la presenza di uno dei più grandi gruppi del comparto edilizia e arredo casa del Triveneto e a rilanciare il “sistema casa” sul territorio. 
 La nuova sede occupa gli spazi dell’ex Bortoletto, in via Giotto 11 (zona industriale SPZ). Con oltre 8000 mq di reparti per la termoidraulica, la ferramenta e l’edilizia, 1000 mq di show room e più di 30 mila articoli trattati, punta a diventare un riferimento unico per le imprese e i privati della zona. Offrirà tutte le specializzazioni del marchio, dai materiali per le costruzioni all’impiantistica, dalla ferramenta professionale all’hobbistica. Presente anche una vasta gamma di articoli e finiture per la casa, ceramiche, porte, serramenti, arredo bagno. Una ventina le persone occupate. Il taglio del nastro, introdotto dai saluti dall’assessore comunale Ferdinando Minello e del consigliere della Provincia di Treviso Roberto Fava, ha ospitato un dibattito con istituzioni e imprenditori su situazione attuale e futuro dell’edilizia in regione. 
Accanto alla presidente di Unindustria Treviso sono intervenuti gli imprenditori Vincenzo e Gianluca Zanutta, a capo dell'impresa di origine friulana nata negli anni '50 e oggi attiva con 23 sedi in tutto il triveneto, e Francesca Grigolin il direttore commerciale del gruppo Grigolin, moderati da Silvia De Giorgi, designer e volto televisivo di Rai 2 e Fine Living. I dati presentati da Unindustria parlano di un aumento degli investimenti in costruzioni negli ultimi anni, pari allo 0,6% nel 2016, con prospettive di un’ulteriore crescita dello 0,8% nel 2017. In Veneto il settore rappresenta l8,8% del Pil e il 6,1% dei lavoratori. 
Crescono anche le opere pubbliche (+ 2% previsto quest’anno) e i finanziamenti alle costruzioni, con l’incremento più alto in provincia di Treviso (+42,8%). In aumento anche mutui e compravendite. “Il sistema casa è un settore particolarmente importante per questo territorio – ha commentato la presidente Piovesana – al centro, oggi, di importanti trasformazioni e cambiamenti culturali. Digitalizzazione, nuovi stili di vita ci obbligano a ripensare alle politiche di sostegno all’abitare e al costruire, puntando su un nuovo uso del territorio orientato, ad esempio, sempre più al recupero di aree produttive dismesse”. 
La ripresa fa ben sperare in un definitivo superamento della crisi che in questi anni ha duramente colpito il settore, con oltre 100 mila aziende perse in Italia tra il 2008 e il 2014. “Nonostante tutto – ha detto Vincenzo Zanutta – noi abbiamo scelto la strada dell’investimento e per compensare il calo di fatturato legato alla crisi dell’edilizia pesante e delle costruzioni in questi anni abbiamo puntato sulla diversificazione dell’offerta e su una maggiore apertura al privato”. “Oggi e in futuro - ha spiegato Gianluca Zanutta – la nuova edilizia punterà sempre più sul servizio, oltre al prodotto, ovvero sulla capacità di essere veloci, specializzati e competenti. Le nuove tecnologie stanno entrando prepotentemente anche nel nostro mondo, con i processi di rivendita 4.0, che digitalizzano tutti i processi di gestione di magazzino e vendita al pubblico. Un’altra tendenza riguarda la notevole crescita del segmento energetico che guiderà l’edilizia verso nuove frontiere” Per Grigolin “i segnali che arrivano dal mercato sembrano positivi, ma questo non vuol dire che la crisi sia passata. In ogni caso l’approccio alle scelte di acquisto è cambiato in modo radicale. 
Oggi i consumatori sono esigenti e particolarmente informati, bisogna puntare alla specializzazione investendo nella ricerca e sviluppo di prodotti ad alto contenuto tecnologico”. La filiale di Mogliano Veneto porta a quota 13 le sedi Zanutta presenti in regione. Oltre all’area trevigiana il gruppo ha sedi anche nelle province di Venezia, Belluno e Padova. Sono 23 le filiali complessive attive tra Friuli Venezia e Veneto. Sono in fase di apertura anche una nuova filiale a Cervignano del Friuli (Ud) e a Parigi, in Francia, la prima all’estero. L’azienda è leader di settore con 350 dipendenti e un fatturato di 80 milioni di euro.
© Copyright 2017. Edilizia in Rete - Privacy policy