Online Testo Unico Sicurezza 2017

Sul sito dell'Ispettorato nazionale del lavoro è disponibile l’edizione aggiornata al maggio 2017 del Decreto Legislativo 81/2008, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Il testo è integrato con circolari, accordi Stato Regioni, interpelli ed altre fonti normative ed amministrative.
La precedente versione del quadro di sintesi dell’Ispettorato, il “Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro”, risaliva al Giugno 2016. Ricordiamo che il testo fornisce una sintesi normativa, ma non ha carattere di ufficialità. Nell’edizione 2017 sono stati inseriti diversi atti emanati nel 2016; tra le novità più rilevanti citiamo:

• Regolamento SINP, “Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro”: recante "Regolamento recante regole tecniche per la realizzazione e il funzionamento del SINP, nonché le regole per il trattamento dei dati, ai sensi dell'articolo 8, comma 4, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81", pubblicato sul S.O. alla G.U. n. 226 del 27 settembre 2016, Serie Generale
• Accordo Stato-Regioni 128/CSR del 7 luglio 2016 RSPP/ASPP: finalizzato all’individuazione della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione, ai sensi dell'articolo 32 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 L’accordo ha ammesso anche la modalità e-learning.
• Rinnovo delle abilitazioni periodiche: regolamenta il provvisorio rinnovo, per un periodo non superiore a 120 giorni, decorrenti dalla data di scadenza delle rispettive iscrizioni, dell'iscrizione negli elenchi dei soggetti abilitati all'effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro, adottati con decreti direttoriali del 21 maggio 2012 e 30 luglio 2012, in scadenza rispettivamente al 21 maggio 2017 e al 30 luglio 2017.

Su tutto, spicca un chiarimento del Ministero del Lavoro: dopo molti interpelli (a far data dal 2013), si specifica che, oltre al datore di lavoro, anche il dirigente ha responsabilità in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Di conseguenza, anche il dirigente può essere sanzionato. In base alla medesima interpretazione, nelle attività di convogliamento del materiale di demolizione e demolizione per rovesciamento è stata cancellata la sanzione a carico del preposto e spiegato che le sanzioni possono riguardare solo il datore di lavoro e il dirigente.
© Copyright 2017. Edilizia in Rete - Privacy policy