Ricostruzione post sisma: siglato il Protocollo sul Durc

Il 7 febbraio 2018 è stato sottoscritto da Ance e da tutte le organizzazioni della filiera edilizia (Legacoop, Cna costruzioni, Confartigianato edilizia, Confapi Aniem, Confimi Aniem e Confcooperative) il Protocollo sul Durc di congruità della manodopera nei lavori di ricostruzione del Centro Italia.
Si tratta del documento che attesta la regolarità delle imprese, vale a dire il loro rispetto della legalità e della qualità della ricostruzione. Tra le altre ricadute, il Durc verifica la conformità del numero di maestranze in cantiere in rapporto al lavoro eseguito. 

L’intesa è il portato del tavolo di lavoro voluto dal Commissario alla ricostruzione e Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Paola De Micheli, nell’ambito dell’avvio dei lavori di ricostruzione, e che ha visto coinvolti, inoltre, Ministero del Lavoro, Struttura di missione anticorruzione presso il Ministero dell’Interno, Inps, Inail, Casse edili, sindacati dell’edilizia, Formedil e presidenti delle Regioni colpite dal terremoto. 

«Tutte le sigle dell’edilizia hanno lavorato in modo concorde e unitario per dare una risposta efficace alle esigenze di trasparenza e regolarità dei lavori», ha commentato il presidente dell’Ance, Gabriele Buia. 
La firma del Protocollo, che per l’Ance è stato siglato dal vicepresidente Marco Garantola, rappresenta, dunque, un risultato importante, che «consentirà di contrastare efficacemente il lavoro sommerso, a garanzia della qualità della ricostruzione, sia pubblica che privata», ha concluso Buia.
© Copyright 2018. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy