Settef firma il Piano del colore per l’isola di Pantelleria

Il Piano del Colore dell’Isola di Pantelleria nasce dalla volontà congiunta dell’Amministrazione Comunale, con l’obiettivo di riqualificare il nucleo abitativo di Pantelleria Centro e delle borgate più importanti, e di Settef, che ha voluto cimentarsi con una Ricerca sulla riqualificazione Urbana attraverso il Colore.
L’incarico di redigere il Piano è stato affidato allo Studio B&B dei Professori Aldo Bottoli e Giulio Bertagna. Il lavoro, iniziato a maggio 2015 e conclusosi a ottobre 2016, si è svolto mediante una fase iniziale di analisi, necessaria per compiere i rilievi fotografici, raccogliere le testimonianze orali e scritte e rilevare i colori del costruito e dell’ambiente naturale. 
L’analisi di oltre 1600 scatti fotografici, 250 misurazioni colorimetriche, 5 volumi di storia di usi e memorie dell’Isola e testimonianze orali ha portato, a ottobre 2015, alla presentazione della prima bozza delle discipline, della tavolozza generale renderizzata e alla consegna delle stesure per la verifica e la costruzione delle armonie identitarie. In questa fase si è svolto il confronto con i progettisti operanti sul territorio e la presentazione pubblica della prima bozza del piano del colore. 
Grazie al lavoro di revisione, svolto con gli Uffici comunali preposti e progettisti, si è giunti alla definizione e consegna, a ottobre 2016, del piano definitivo, ufficialmente adottato da Pantelleria a novembre di quest’anno. 
Lo sviluppo e l’adozione del Piano del Colore di Pantelleria sono stati possibili solo grazie ad una amministrazione lungimirante, che ha desiderato e collaborato al progetto, nella consapevolezza che questo strumento è determinante per le sorti del territorio e della sua economia. 
Il piano del colore di Pantelleria, pensato anche come un aiuto concreto al Progettista, propone in un capitolo dedicato degli “interventi tipo” con soluzioni Settef, che possono essere adottati in fase di riqualificazione degli edifici. In caso di necessità di preparazione o rifacimento totale o parziale di intonaci, vengono proposti sia i cicli a base di calce Cepro che i tonachini Settef (Silisettef, Silacryl, Ancorall). 
Per le decorazioni delle facciate, viene proposta sia la Calce Cepro 500 che il prodotto a base di silicato di potassio Silisettef Paint, il prodotto acrilsilossanico Silacryl, il prodotto silossanico Ancorall. Infine, il Piano prevede anche la riqualificazione energetica degli edifici mediante i sistemi a cappotto termico Thermophon di Settef.
© Copyright 2017. Edilizia in Rete - Privacy policy