Palazzo Mauro - Cirò Marina (KR)

Un ottimo esempio di edificio sostenibile, per il quale sono state adottate una serie di soluzioni progettuali, costruttive e impiantistiche che nel loro complesso ne fanno un prodotto di nuova generazione. Dispersioni energetiche contenute, alti standard di efficienza ed elevata qualità abitativa.
L’edificio è strutturato in quattro spaziosi piani che includono un ampio parcheggio nel piano interrato, locali per attività commerciali e studi professionali e appartamenti residenziali. Per la realizzazione dello stabile sono state adottate le soluzioni del Sistema Integrato Fassa Bortolo, impiegate nelle varie fasi di costruzione. In primis, dopo aver creato la struttura e completato la tamponatura in mattoni, si è proceduto alla loro copertura con l’applicazione dell’intonaco di fondo KI 7, un intonaco fibrorinforzato, con idrorepellente, a base di calce e cemento. 
Gli elementi sottostanti in calcestruzzo armato sono stati trattati preventivamente con PRIMERTEK 101, aggrappante a base di resine acriliche, di facile applicazione e pronto all’uso, che può essere applicato a parete e a pavimento per migliorare l’aderenza dell’intonaco al supporto. Una parte delle superfici perimetrali verso l’esterno è stato rivestito con piastrelle ceramiche e come sottofondo è stato usato l’intonaco KR 100, scelto appositamente per le sue elevate resistenze meccaniche. 
Le piastrelle sono state incollate con l’adesivo bicomponente extrabianco rapido e antiscivolo FASSATECH 2, che grazie alla sua proprietà di elevata deformabilità garantisce nel tempo la resistenza ai movimenti causati dalla struttura sottostante. Infine, è stato impiegato il sigillante FC 872 GM 2-20 per riempire le fughe tra le piastrelle. Grazie alla sua alta resistenza alle muffe e alle alghe, e all’elevato potere idrofugante, è il riempitivo di fughe ideale per esterni. Nell’altra parte della superficie esterna, quella non rivestita con piastrelle ceramiche, è stata realizzata una rasatura armata con l’intonaco di finitura IP 10 e l’apposita rete per armature FASSANET 160. 
Speciale attenzione è stata data agli angoli e rompigoccia, protetti da elementi in PVC con rete. Per quanto riguarda la tinteggiatura in una parte è stata utilizzata la finitura silossanica altamente traspirante PS 403, in un’altra parte è stato applicato il rivestimento idrosiliconico rustico RSR 421. Entrambe le superfici sono state preventivamente trattate con il fissativo FS 412. Le cornici alle aperture in EPS sono state incollate e rasate con il collante A 96 e successivamente anche in queste zone è stato applicato il rivestimento RSR 421. Infine, i balconi sono stati trattati con due mani della guaina cementizia monocomponente impermeabilizzante di AQUAZIP ONE con rete d’armatura FASSANET 160 annegata. 
Gli angoli e risvolti sono stati curati con gli accessori dello stesso sistema impermeabilizzante. Per la posa delle piastrelle è stato impiegato il superadesivo di buona elasticità AZ 59 FLEX e le fughe sono state riempite con FC 872 GM 2-20. La sigillatura dei battiscopa e le soglie dei marmi sono stati realizzati con FASSASIL NTR, sigillante siliconico a reticolazione neutra, con maggior resistenza alle muffe.
© Copyright 2017. Edilizia in Rete - Privacy policy