Ampliamento Museo Pecci - Prato

Lo studio NIO architecten di Rotterdam firma l’ampliamento del Museo Pecci. Per la realizzazione di sottofondi leggeri ad alta resistenza è stata scelta la gamma di soluzioni a base di argilla espansa Leca sviluppate da Laterlite.
L’ampliamento del Museo Pecci è firmato dallo studio NIO architecten di Rotterdam. Centro di informazione e documentazione/arti visive, il dipartimento educazione e la sezione avvenimenti, è costituito dalle sale espositive, da vari spazi per esposizioni collaterali, i laboratori didattici, il centro di informazione e documentazione con la biblioteca specializzata, la libreria, l’auditorium, la saletta conferenze, il bar ristoro, il teatro all’aperto, il giardino per le sculture e la sala espositiva della Collezione permanente.
Una delle principali esigenze progettuali era rappresentata dalla necessità di realizzare dei sottofondi leggeri e ad alta resistenza alla luce della particolare destinazione d’uso dei locali. A tale necessità si aggiungeva quella di utilizzare materiali che, durante la fase di getto, presentassero una quantità d’acqua il più possibile contenuta. Tali parametri hanno indotto l’impresa esecutrice a selezionare due prodotti all’interno della gamma di soluzioni a base di argilla espansa Leca sviluppate da Laterlite per l’esecuzione di sottofondi e riempimenti leggeri: l’argilla espansa Lecapiù, qui utilizzata nella versione 3-8, e il premiscelato leggero e isolante a rapida asciugatura Lecacem Classic.
© Copyright 2017. Edilizia in Rete - Privacy policy