Progettista

Norman Foster
Tipologia: 

Luogo

San Marino, Dogana

World Trade Center - San Marino

Sommario

Progettato da Norman Foster, è un polo d'affari di portata mondiale, caratterizzato da soluzioni architettonico - tecnologiche innovative e finiture di pregio.
Un edificio simbolico che rispecchia perfettamente il principio del "pensare globalmente e agire localmente". E' così che il celebre architetto internazionale Norman Foster ha definito il World Trade Center di San Marino, l'importante centro direzionale realizzato su una imponente struttura.
Il W.T.C. è quindi stato consegnato alla comunità sammarinese: un capolavoro tecnologico-architettonico e un importante polo per la promozione di scambi commerciali e di investimenti economici, che ben si inserisce nel circuito mondiale della World Trade Center Association composta da 330 edifici presenti in ben 92 Paesi. Foster, oggi titolare di una società di progettazione con sedi a Berlino, Francoforte, Glasgow, Hong Kong, Londra e Tokyo, ha curato la parte architettonica, mentre gli aspetti ingegneristici e strutturali rientrano nei compiti eseguiti dallo studio Antao di San Marino. Entrambi sono stati scelti dalla società "Centro Direzionale San Marino", committente dei lavori.

L'edificio
Il complesso - costato 30 milioni di euro e ben 300mila ore di lavoro - sorge a Dogana, area di confine tra la repubblica e lo stato italiano, nelle vicinanze dell'autostrada per Rimini. Un corpo su tre livelli al centro a forma di zoccolo è affiancato da altri due edifici collegati da uno scalone, ognuno dei quali si estende per nove piani, distribuiti su una superficie complessiva di 35 mila metri quadrati e ospita spazi commerciali e direzionali, oltre a un migliaio di posti auto. A tutto questo si aggiungeranno presto un hotel e un ristorante. Il parcheggio multipiano è coperto da una struttura metallica fra le più grandi d'Europa, che verrà ricoperta da piante rampicanti fino a formare una collina verde. Il WTC di San Marino è stato realizzato dal gruppo Ge.Cos di Rimini, lo stesso che ha firmato nel territorio altre opere pubbliche, come ad esempio la Darsena di Rimini.
Va poi sottolineato che per realizzarlo sono state utilizzate tecnologie innovative e materiali di ultima generazione, alcuni dei quali venivano usati per la prima volta sia in Italia che a San Marino.
Fra le soluzioni di tecnologia avanzata utilizzate vale la pena di segnalare:
- solai sostenuti da pilastri a post compressione in grado di reggere 800 kg per centimetro quadrato, garantendo in tal modo un'altissima resistenza con il minimo ingombro;
- frangisole mobili in alluminio, che Foster ha voluto assolutamente includere nel progetto, in grado di regolare la luce negli spazi destinati alle vetture in sosta.

Le finiture
La firma di Norman Foster e la precisa scelta di soluzioni innovative rendono particolarmente orgoglioso il Colorificio Sammarinese che ha fornito un'ampia gamma di vernici e di pitture per le finiture di questa prestigiosa architettura. Un risultato davvero importante per l'azienda sammarinese che da oltre sessant'anni si è dedicata alla produzione, alla qualità e alla ricerca di nuove soluzioni, secondo una precisa strategia che ha sicuramente determinato il successo nell'acquisizione dell'importante fornitura dei materiali per la verniciatura di esterni ed interni del World Trade Center. Un intervento di grande prestigio per il Colorificio Sammarinese che, rispettando a pieno le richieste estetico-architettoniche avanzate dall'architetto Foster e orientate essenzialmente verso colori chiari e smaltati per conferire luce, eleganza e raffinatezza alle pareti, ha realizzato un prodotto altamente specifico e adatto al tipo di superficie. Un risultato ottenuto grazie anche a un'efficace collaborazione con le imprese di applicazione, che ha portato a un risultato ottimale e pienamente rispondente alle attese del committente. Un'opera architettonica la cui realizzazione rientra perfettamente nella filosofia dell'azienda, da sempre orientata al mercato al quale offre una straordinaria gamma di cicli e di soluzioni e una tavolozza che comprende oltre 5.000 tinte di tendenza, che possono essere integrate, a seconda delle richieste, da ulteriori tinte realizzate attraverso i sistemi tintometrici "Colormaker", installati nello stabilimento di San Marino e presso oltre 350 punti vendita in tutta Italia.

Prodotti
Nei corridoi è stato usato lo smalto polivalente satinato ad acqua Omnia Seta; nei locali uffici la pittura murale acrilica lavabile per interni Idroprima e l'idropittura acrilica bianca superlavabile per esterni e interni Samacryl; sotto i balconi e negli esterni è stato usato Silopaint, un rivestimento silossanico della Linea Restauro.
407 posts in Referenze