Bando ISI Inail 2018,al via le domande, scadenza il 30 maggio

Disponibili 370 milioni di euro, suddivisi in 5 Assi di finanziamento differenziati in base ai destinatari.
Fino alle ore 18:00 del 30 maggio 2019 sarà possibile compilare le domande per la partecipazione al bando ISI 2018, indetto dall’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL) per sostenere gli investimenti in sicurezza.

La domanda è telematica e deve essere compilata nella sezione “Servizi online” del sito Inail; dovrà essere poi inoltrata nel giorno del “click day”, che l’INAIL renderà noto a partire dal 6 giugno 2019.

L’ultimo step è la conferma della domanda online da parte delle imprese collocate in posizione utile per accedere al contributo, tramite l’invio della documentazione indicata nell'avviso pubblico per la specifica tipologia di progetto.

Le risorse messe a disposizione dall’Inail ammontano precisamente a 369.726.206,00 euro e sono suddivise in 5 Assi di finanziamento differenziati in base ai destinatari:

- Asse 1 (Isi Generalista) euro 182.308.344,00 ripartiti in:
 - Asse.1.1 euro 180.308.344,00 per i progetti di investimento - Asse 1.2 euro 2.000.000,00 per i progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;

- Asse 2 (Isi Tematica) euro 45.000.000,00 per i progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC);

- Asse 3 (Isi Amianto) euro 97.417.862,00 per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;

- Asse 4 (Isi Micro e Piccole Imprese) euro 10.000.000,00 per i progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (Ateco 2007 A03.1, C13, C14, C15);

- Asse 5 (Isi Agricoltura) euro 35.000.000,00 per i progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, così suddivisi:
- Asse 5.1 euro 30.000.000,00: per la generalità delle imprese agricole
- Asse 5.2 euro 5.000.000,00: riservato ai giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria.

I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento delle risorse finanziarie, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande.
© Copyright 2020. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy