Cersaie 2019, pronto per il futuro

Architetti, progettisti, contractors, rivenditori, privati, espositori italiani ed internazionali si incontrano a Bologna ogni anno per aggiornarsi, costruire relazioni professionali di elevato livello, scoprire e mostrare in anteprima i prodotti e i progetti più innovativi e all’avanguardia delle primarie aziende italiane ed internazionali.
l Salone della ceramica, delle superfici e dell’arredobagno cambia volto,  Coerente con la  trasformazione del  mondo che ruota attorno all’architettura e al design e mette a sistema, anche visivamente, quelli che sono ormai i pilastri delle iniziative di Cersaie per i diversi target: il programma di incontri di architettura Costruire Abitare Pensare, le missioni di progettisti stranieri di Cersaie Business, gli incontri di design e lifestyle dei Café della Stampa, le dimostrazioni pratiche e teoriche della Città della Posa, le mostre tematiche che declinano l’Italian Style, gli incontri con i consumatori finali per la riqualificazione degli spazi di Cersaie Disegna la tua Casa. Cersaie si trasforma quindi in “luogo di esposizione relazionale”: il mondo off-line si integra con quello on-line in modo totale e la comunicazione diventa “conversazione”. Cersaie è pronto per il futuro e Bologna ha tutto il passato e presente che serve per aiutare in questo salto di qualità. Che si vedrà e si toccherà con mano a settembre.


Le iniziative speciali

FAMOUS BATHROOMS
Il focus di Famous Bathrooms sarà sulla libera interpretazione di ambienti bagno ispirati da personaggi che hanno fatto la storia: dai Beatles a Sigmund Freud, da Coco Chanel a Piet Mondrian, da Le Corbusier a Maria Callas. Partendo dal presupposto che la stanza da bagno sia il regno del benessere, da arredare e personalizzare, oltre che l’ambiente più vicino ai settori merceologici di Cersaie

Archincont(r)act
L’evoluzione del prodotto ceramico e dell’arredobagno, unito alla crescente importanza dell’edilizia non residenziale declinata nelle sue diverse forme, ha portato Cersaie a creare una nuova area tematica: Archincont(r)act. Un nuovo spazio espositivo che si affianca agli altri esistenti che già caratterizzano Cersaie, il Salone Internazionale della ceramica per l’architettura e l’arredobagno. Il naming del nuovo spazio nasce da un gioco di parole, che mette al centro il contract. Obiettivo è mettere in contatto l’architettura ed il mondo del contract, italiano ed internazionale, affinchè Cersaie possa diventare uno dei luoghi privilegiati di questa relazione, sviluppando una progettualità alta che possa trovare tra gli espositori di Cersaie i fornitori di quei materiali e quelle soluzioni utili per questi progetti architettonici. In riferimento finale all’ ‘act’ vuole sottolineare, ancora una volta, la tensione al fare tipico di Cersaie.
Un nuovo pittogramma identifica Archincon(r)act, il cui allestimento sarà nella Mall del Padiglione 29, che si estenderà su una superficie di 700 metri costruita mediante due ali espositive che confluiscono al centro in uno spazio conferenze e champagneria. Gli studi di progettazione che partecipano a questa prima edizione di Archincont(r)act sono:
1. Archilinea (Sassuolo)
2. Caberlon Caroppi Italian Touch Architets (Milano)
3. Genius Loci Architettura (Milano)
4. Iosa Ghini Associati (Bologna)
5. Joy - Design (Amburgo, Germania)
6. Mario Cucinella Architects (Bologna)
7. Noa Network of Architetcure (Bolzano)
8. Studio Bizzarro Galimberti (Ravenna)
9. Studio Marco Piva (Milano)
10. The Hickson Design Partnership (Londra, Gran Bretagna)
© Copyright 2020. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy