Evacclima sistemi di condotte per il controllo del fumo e del calore

I sistemi forzati (SEFFC) sono costituiti da uno o più evacuatori forzati in grado di convogliare verso l’esterno i fumi generati dall’incendio in modo indipendente dalla spinta di galleggiamento risultante dalla differenza di densità. Alle diverse fasi di sviluppo di un incendio corrispondono temperature diverse dei fumi generati.
Le prime fasi dell’incendio sono caratterizzate da temperature relativamente ridotte. Al piccolo gradiente termico corrisponde una ridotta spinta di galleggiamento e, quindi, una minore capacità di scarico dei fumi verso l’esterno per mezzo di sistemi naturali. Questo è un motivo di scelta dei sistemi forzati che sin dalle prime fasi dell’incendio estraggono anche i fumi freddi (T<72 °C). I sistemi di estrazione fumo e calore possono essere a controllo verticale oppure orizzontale, e sono composti da una serie di “Componenti selezionati per lavorare congiuntamente al fine di evacuare fumo e calore in modo da creare uno strato in sospensione di gas caldi al di sopra di aria più fredda e più pulita”. I sistemi a controllo verticale possono essere del tipo con evacuazione naturale o forzata dei fumi. Nei casi in cui le altezze dell’ambiente sono ridotte, si utilizzano invece sistemi a controllo orizzontale spingendo quindi lateralmente il fumo verso un estremo del locale e cercando di creare una zona libera dai fumi a monte dell’incendio. I sistemi a controllo orizzontale vengono per esempio utilizzati nelle autorimesse, dove le altezze dei soffitti sono molto basse oppure nelle gallerie, dove una delle dimensioni in pianta è di gran lunga maggiore dell’altezza. Per far sì che il fumo vada nella direzione voluta senza possibilità di ritorno, possono essere adottati dei sistemi che utilizzano ventilatori o Jet-fan, resistenti alle alte temperature dei fumi.

I tre obiettivi fondamentali per la sicurezza in caso di incendio sono:
- permettere alle squadre di intervento di avvicinarsi all’incendio;
- proteggere le vie di fuga e consentire l’esodo in sicurezza;
- aiutare le squadre di intervento ad evacuare il fumo;

L’obiettivo di un sistema SEFFC progettato secondo la norma UNI 94942:2017 è quello di mantenere a pavimento uno strato di aria libera da fumo al di sopra del quale galleggia lo strato di fumo e gas caldi che vengo- no convogliati all’esterno attraverso l’utilizzo di ventilatori meccanici. Il sistema certificato EVACCLIMA è costituito da canalizzazioni rettangolari o circolari grado di convogliare verso l’esterno i fumi generati da un eventuale incendio, durante le diverse fasi del suo sviluppo: le canalizzazioni EVACCLIMA E600-120 rettangolari o circolari sono in grado di estrarre sia fumi freddi (T<72 °C) che fumi caldi fino a 600 °C per permettere una successiva gestione sicura dell’incendio.
© Copyright 2024. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy