Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza

È stato pubblicato nel Supplemento ordinario n. 6 della Gazzetta Ufficiale n. 38 del 14 febbraio 2019 il D.Lgs. 12 gennaio 2019, n. 14 con il Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza, in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n. 155.
Il Codice è volto a garantire agli imprenditori degli strumenti più consoni per prevenire il definitivo dissesto dell’impresa. Viene abolito il termine “fallimento” per dare spazio al concetto di “liquidazione giudiziale”. Il nuovo Codice ha così disciplinato una procedura di allerta, anticipando la messa in campo del nuovo “diritto della crisi e dell’insolvenza”.

Tra le maggiori novità segnaliamo:

- la sostituzione del termine fallimento con l’espressione “liquidazione giudiziale”;
- l’introduzione delle procedure di allerta allo scopo di consentire la pronta emersione della crisi e quindi il rientro del dissesto e il risanamento, ove possibile;
- la disciplina della crisi e dell’insolvenza dei gruppi di imprese;
_ si privilegiano, tra gli strumenti di gestione delle crisi e dell’insolvenza, le procedure alternative a quelle dell’esecuzione giudiziale;
- la riduzione della durata e dei costi delle procedure concorsuali;
- le disposizioni sull’albo degli incaricati della gestione e del controllo nelle procedure di liquidazione. Viene istituito presso il Ministero della giustizia un albo dei soggetti destinati a svolgere su incarico del tribunale funzioni di gestione o di controllo nell’ambito di procedure concorsuali, con l’indicazione dei requisiti di professionalità esperienza e indipendenza necessari all’iscrizione;
- le società che rientreranno nei limiti previsti dalla riforma avranno l’obbligo di nomina degli organi di controllo.



© Copyright 2020. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy