Rinviata la cessione dei crediti per "superbonus aziende" e bonus mobili

Lo stralcio dell’emendamento è arrivato dalla Ragioneria dello Stato per la mancanza delle coperture, il Governo si è impegnato a trovare le risorse per riproporlo nel DL Sostegni bis.
Ieri al Senato è stato approvato con fiducia il Decreto Sostegni, che ora passa alla Camera. Un passaggio non scontato dopo che nel pomeriggio la Ragioneria dello Stato aveva stralciato, per mancanza di coperture, l’emendamento che prevedeva l’introduzione del Superbonus Aziende (ovvero il bonus per l'acquisto di beni strumentali legati alla transizione 4.0) e lo sconto in fattura e la cessione del credito per il Bonus mobili ed elettrodomestici.

In questo modo la Ragioneria dello Stato ha fatto saltare l’emendamento che era stato approvato dalle Commissioni competenti del Senato, non lasciando al Parlamento nessun altra possibilità di modifica. A questo punto il Movimento 5 Stelle ha minacciato di non votare la fiducia se non si fosse trovato un accordo.

Il Governo si è impegnato a trovare le coperture necessarie tramite il prossimo Decreto Sostegni, che dovrebbe arrivare la prossima settimana.
© Copyright 2021. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy