Convegno sull'efficienza energetica promosso da Viessmann

Il 24 Maggio a Modena si è tenuto il convegno annuale dell'azienda con tema "Sistemi e soluzioni smart di monitoraggio, controllo e incremento dell’efficienza energetica”.
A dare avvio al convegno, ospitato al Forum “Guido Monzani”, è stata la premiazione dei vincitori del Concorso di Idee 2016, promosso dall’azienda per sostenere e incentivare la progettazione innovativa e propositiva. 
I cinque vincitori, così come i dieci lavori assegnatari delle menzioni speciali hanno centrato più di tutti l’obiettivo del concorso: ideare progetti innovativi in grado di integrare soluzioni impiantistiche all’avanguardia e di soddisfare i vincoli legati al fabbisogno di energia attraverso fonti rinnovabili. 
I progetti premiati hanno rivelato un tratto comune: in tutti, infatti, è stato riscontrato un uso importante di tecnologie a pompa di calore o soluzioni ibride. Il contesto normativo e l’approfondimento della Energy Big Data Analysis sono stati il punto di partenza degli interventi, un modo per esaminare il sistema di norme che regola il settore dell’energia e che rappresenta il percorso entro i cui margini è necessario muoversi per agire correttamente. 
Dal convegno è emersa la cruciale importanza dei sistemi di monitoraggio e controllo “per il raggiungimento di un efficientamento energetico diffuso”, finalizzato alla riduzione degli sprechi energetici, oltre che il ruolo centrale delle normative più recenti, relative alla connessione alla rete elettrica, con diretto riferimento alla norma CEI 021. 
Anche la trasformazione digitale connessa all’efficienza energetica ha avuto un ruolo preminente tra le tematiche trattate, sia da un punto di vista legato alla conversione e all’accumulo dell’energia sia sotto l’aspetto strettamente correlato ai sistemi di recupero energetico, in grado di giocare un ruolo fondamentale nella realizzazione di un sistema orientato al reale efficientamento. 
Sul fronte del prodotto, l’attenzione si è focalizzata sui generatori di calore, alimentati a gas e/o elettrici, dotati di controllo smart. Attraverso un attento confronto tra edifici esistenti da efficientare e nuove costruzioni dotate già di un buon livello di efficienza energetica, è stato possibile approfondire il tema legato ai vincoli ambientali disposti dall’Unione Europea da ottemperare entro il 2020 e ai principali strumenti dedicati all’efficienza energetica già esistenti, come i certificati bianchi, le detrazioni fiscali, il Conto Termico 2.0.
© Copyright 2017. Edilizia in Rete - Privacy policy