Viessman: energia sostenibile e normative, un binomio per l'efficientamento

In occasione del convegno annuale che si è tenuto il 15 marzo durante MCE, l’azienda ha affrontato il tema dell’entrata in vigore delle direttive europee per la certificazione dell’efficienza e l’utilizzo ottimale delle fonti rinnovabili.
In occasione della 40esima edizione di MCE, si è tenuto il convegno annuale del Gruppo Viessmann, dal titolo “Direttiva RES, quota rinnovabili ed etichettatura energetica”. Con oltre 600 operatori del settore della progettazione presenti, il Convegno Viessmann ha affrontato diverse tematiche di attualità nell’ambito energetico, dall’entrata in vigore delle direttive europee per certificare l’efficienza dei generatori di calore fino all’utilizzo ottimale delle rinnovabili per soddisfare i requisiti previsti.

Le ultime innovazioni tecnologiche possono rivoluzionare l’impiego e le strategie di progetto. Proprio in occasione del Convegno, Viessmann ha presentato l’innovativo
collettore solare piano Vitosol 200-FM. Dotato di rivestimento selettivo Thermochrome, Viessmann ThermProtect riduce la temperatura di stagnazione ed evita la formazione di vapore. L’innovativo ThermProtect consente un diverso approccio al dimensionamento delle superfici e degli accumuli, diversi parametri di pressione e temperatura, nuove potenzialità e, quindi, nuovi campi di impiego. Il nuovo collettore soddisfa, inoltre, la quota di copertura per la Direttiva RES (fino al 50% dal 2017) per la produzione di acqua calda sanitaria e l’integrazione riscaldamento. Grazie a questo collettore non si verificano problemi di sovradimensionamento ed è possibile installare accumuli contenuti.

Nel corso del convegno è stato approfondito anche l’aspetto dell’integrazione degli accumuli elettrici nei sistemi fotovoltaici e cogenerativi che rispondono ai requisiti imposti dalle attuali normative in vigore sia in Italia che in Europa. Proprio in quest’ottica, Viessmann ha presentato Vitocharge, un sistema di accumulo che offre il vantaggio di una gestione ottimale, grazie a un unico dispositivo integrato che controlla diverse fonti energetiche e assicura un’elevata flessibilità di utilizzo. 

Al fine di sottolineare l’impegno dell’azienda in questo mercato, è stata siglata una joint venture con il Gruppo BMW Digital Energy Solutions che punta a sviluppare sistemi per la combinazione della produzione energetica e la e-mobility (mobilità elettrica) all’interno delle abitazioni familiari e dei parcheggi delle attività commerciali e industriali. Utilizzando l’accumulo dell’auto come ulteriore storage che dialoga con la gestione energetica dell’edificio, si arriverà a una maggiore indipendenza energetica.

Attualmente si stanno affermando nell’impiantistica soluzioni “smart” mirate a migliorare il comfort dell’utente finale ed è necessario un approccio integrale al sistema. Nell’ambito delle caldaie a condensazione fino a 35 kW, la progettazione ha cercato soluzioni che ampliassero il campo di modulazione per perseguire l’ampia variabilità dei carichi termici. Viessmann ha introdotto l’innovativo sistema Lambda Control Plus che consente di arrivare a una modulazione fino a 1:20, con un adattamento automatico in base al carico minimo, per soddisfare contemporaneamente la variabilità dei carichi termici e assicurare il massimo comfort.

Il Convegno è stato anche il momento per premiare i vincitori del Concorso di Idee 2015 e lanciare l’edizione 2016 dal titolo “Innovazioni tecnologiche e sfide energetiche” con l’obiettivo di raccogliere progetti innovativi che integrino soluzioni impiantistiche all’avanguardia, capaci di soddisfare i vincoli legati al fabbisogno di energia tramite fonti rinnovabili.
© Copyright 2019. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy