Edilizia e certificazioni del personale: dati in forte crescita

ICMQ presenta i numeri dei nuovi professionisti delle costruzioni.
ICMQ ha scommesso sulla certificazione del personale già da diversi anni perché crede nel valore delle competenze. Puntare sulla qualificazione dei professionisti del settore delle costruzioni ha dato i suoi frutti: negli ultimi 5 anni si è registrata una vera e propria impennata di domande di certificazione. Dal 2017 a oggi il dato mostra, a livello generale per le figure principali, un aumento del 202,6%. Non solo: dal 2021 ai primi dieci mesi di quest’anno l’incremento è stato di circa altre mille unità (+ 7,8%).
Sono 14.140 i certificati emessi da ICMQ per quanto riguarda le figure professione del settore delle costruzioni. Di questi ben 13.859 riguardano: gli operatori F-Gas (45,3%), i posatori di cappotto (22,7%), gli esperti BIM (18%), i posatori di serramenti (7,5%) e gli esperti in gestione dell’energia (3,9%). Mentre il 4,6% comprende altre figure professionali (Project Manager, Valutatori immobiliari, ecc).

Il primato di ICMQ sulle certificazioni BIM
Corre velocissima la digitalizzazione: le ultime norme in materia hanno fornito un notevole impulso al metodo BIM. La crescita delle professioni legate al BIM, in particolare, è testimoniata dal BIM report 2021 di ASSOBIM: a partire dal 2016 l’aumento delle imprese che utilizzano il BIM è stato costante e anche nel 2021 è proseguito: il 33% del campione ha dichiarato di avere adottato il BIM nei propri progetti sempre (19%) o comunque estesamente (14%) e il 17% parzialmente, mentre solo il 23% lo ha utilizzato in piccola parte.
Andando ad approfondire il dato Accredia, le professioni emergenti legate al BIM - ormai obbligatorio in quasi tutti cantieri - sono per buona parte (86% del totale) certificate da ICMQ: l’89% di tutti i BIM specialist, l’82% dei BIM coordinator, l’81% dei BIM manager e il 77% dei CDE manager.

Le figure professionali premiate dai nuovi CAM Edilizia
Interessante anche il dato - decuplicato dal 2017 a oggi - sui posatori di cappotto termico, professione in ascesa soprattutto in seguito al varo del Superbonus 110%. Affidarsi a posatori certificati significa evitare rischi anche nel tempo. La certificazione è infatti una garanzia su alcune importanti competenze del posatore: esperienza nel settore, conoscenze necessarie del processo di preparazione e posa del cappotto, abilità e competenza per lo svolgimento delle operazioni di posa. I rischi nell’affidarsi a un’impresa poco qualificata e senza personale certificato sono molteplici e vanno dalla scarsa efficacia dei lavori svolti fino a problematiche sostanziali.
Inoltre, il recente “Decreto CAM-Edilizia” ha stabilito i Criteri ambientali minimi per l’affidamento del servizio di progettazione, per l’affidamento dei lavori per interventi edilizi e per quello congiunto di progettazione e lavori. Al centro del testo vi è proprio un focus sulla qualità degli operatori coinvolti nel processo edilizio: vengono definiti dei punteggi premianti per tutte le imprese che dispongano di personale certificato da un organismo di valutazione della conformità, accreditato secondo la norma internazionale UNI CEI EN ISO/IEC 17024.
In particolar modo, per i posatori, tra i quali anche i posatori di cappotti e di serramenti, viene premiata l’azienda che si avvale di professionisti esperti nella posa dei materiali da installare meglio ancora se titolari di un certificato di conformità alle norme tecniche UNI in quanto applicabili rilasciato da un Organismo di Certificazione, o Ente titolato, sulla base di quanto previsto dal D.Lgs. n.13 del 16 gennaio 2013, in possesso dell'accreditamento secondo la norma internazionale UNI CEI EN ISO/IEC 17024, da parte dell'Organismo Nazionale Italiano di Accreditamento.
Nel prossimo futuro, dunque, sempre più imprese sceglieranno di certificare i propri professionisti per non restare indietro e affermarsi in un settore maggiormente orientato verso la sostenibilità. ICMQ, intanto, si conferma la scelta più affidabile per le certificazioni del personale: la sua autorevolezza, supportata da una forte riconoscibilità di competenza tecnica, sono elementi fondamentali per garantire l’attendibilità di una certificazione.
  • Enti e associazioni: ICMQ
© Copyright 2022. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy