Fase 2: le misure del Protocollo per la sicurezza in cantiere

Il decreto per la Fase 2, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 27 aprile, fa riferimento al protocollo applicativo del 24 aprile sottoscritto da imprese, sindacati, committenti, Governo, e enti locali.
Dal 4 maggio inizia la fase 2 che prevede la ripartenza delle attività lavorative, tra cui il settore dell’edilizia e la sua filiera. La riapertura riguarda tutti i macro settori Ateco delle costruzioni (41, Costruzione edifici - 42, Ingegneria civile - 43, Lavori specializzati), oltre all'intermediazione immobiliare e i negozi di approvvigionamento all'ingrosso per le imprese. Le imprese interessate hanno l'obbligo di rispettare il protocollo siglato il 24 aprile, che compare tra gli allegati al Dpcm pubblicato in Gazzetta. Il protocollo contiene tutte le indicazioni per garantire un lavoro in piena sicurezza in tutte le sue fasi: ingresso in cantiere, utilizzo degli spazi comuni, trasporti, utilizzo dei dispositivi di sicurezza. 

Questi sono i principali punti: 
- I lavoratori in entrata vanno monitorati e chi ha una temperatura corporea superiore ai 37,5 gradi non può accedere al cantiere.  
- Se una persona durante il lavoro sviluppa febbre e sintomi di infezione respiratoria (esempio tosse), allora lo deve dichiarare immediatamente al datore di lavoro o al direttore di cantiere che procederà al suo isolamento; per poi procedere immediatamente ad avvertire le autorità sanitarie competenti e i numeri di emergenza. 
- Dopo l’isolamento del lavoratore bisogna gestire i possibili contagiati: il datore di lavoro deve collaborare con le Autorità sanitarie per l'individuazione degli eventuali "contatti stretti" della persona che ha presentato sintomi e che è stata riscontrata positiva al tampone Covid-19.  
- Durante questo periodo di indagine il datore di lavoro può chiedere agli eventuali possibili contatti stretti di lasciare cautelativamente il cantiere secondo le indicazioni dell'Autorità sanitaria. 

In allegato: il Dpcm 26 aprile pubblicato in Gazzetta e il Protocollo del 24 aprile imprese-sindacati
© Copyright 2020. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy