Manini Prefabbricati festeggia i suoi primi 60 anni di attività

A 60 anni esatti dalla sua costituzione, Manini Prefabbricati festeggia questo importantissimo compleanno con il suo fondatore Arnaldo Manini ancora saldamente in azienda in qualità di Presidente.
Il 31 ottobre la grande festa che l’azienda umbra ha organizzato con tutte le maestranze dei due stabilimenti produttivi di Aprilia e Bastia Umbra e con tutto il management, lo staff e i principali stakeholders aziendali lascia però poco spazio alla commemorazione di una storia gloriosa, incentrata com’è sulla celebrazione dei traguardi dell’oggi e degli ambiziosi progetti che la proiettano in un futuro sempre più green, più tech, più vincente.
Per “festeggiare il suo futuro” con l’impegno aziendale verso una “ingegneria sostenibile” Manini ha invitato al suo compleanno Mario Tozzi, primo ricercatore CNR e noto divulgatore scientifico sui temi ambientali, per prendere sempre più coscienza di dati scomodi, ma trovare vie di riconciliazione tra produzione e natura.

Un’azienda di produzione di manufatti industriali occupa suolo per definizione con il risultato della sua attività, oltre ad immettere nell’aria C02 e gas serra, come tutte le attività umane, non solo economiche. Da questa consapevolezza parte però il nostro impegno e la nostra sfida tecnologica e culturale verso una ingegneria sostenibile che restituisca al territorio e all’ambiente risorse e opportunità”. È con queste parole dell’Amministratore Delegato di Manini Prefabbricato, Manuel Boccolini, che l’azienda festeggia e rilancia la sua storia per i prossimi 60 anni.

Gli ultimi successi raggiunti dall’azienda
- Nel 2014 inizia la collaborazione con l’Università della Catalogna a Barcellona e di Gent in Belgio per lo studio del Biocemento, il “nuovo calcestruzzo vivente” progettato per climi mediterranei. Dello stesso anno il brevetto di Ondal Green, una copertura che consente di realizzare “tetti verdi” sopra i capannoni per il loro efficientamento energetico e isolamento acustico.
- Il 2018 è l’anno di lancio del rivoluzionario Manini Connect che proietta i prefabbricati industriali nell’industria 4.0, con un servizio di manutenzione predittiva a distanza dei rischi causati dall’ambiente H24/365. Nello stesso anno Manini inaugura nel suo stabilimento di Bastia Umbra il primo simulatore di terremoti europeo, da privato, in scala 1:1 per testare il comportamento dei nodi di costruzione.
- Nel 2019 la specifica divisione Manini Service introduce applicazioni di realtà virtuale per l’assistenza nei cantieri e l’azienda brevetta un nuovo sistema anticaduta, realizzato con la USL Umbria 1. Prosegue lo studio di nuovi materiali di progettazione e l’azienda presenta al mercato il suo Circular Wall, una nuova pannellatura coibentata dei moduli prefabbricati basata su PET riciclato, in sostituzione del tradizionale polistirolo espanso e perfeziona lo studio del rivoluzionario GFRP (Glass Fiber Reinforced Polymers). Si tratta di una particolare fibra di vetro che sostituirà l’acciaio all’interno dei manufatti prefabbricati. Lo vedremo a breve applicato per la costruzione di un ponte in Sardegna che Manini ha già in ordine.
- Nel 2020, ancora una volta prima nel settore della prefabbricazione industriale, Manini Prefabbricati presenta il suo primo Bilancio di Sostenibilità, anticipando gli obiettivi dell’Agenda 2030 ONU. Mentre inizia i lavori per la realizzazione della nuova Sede, l’azienda sviluppa con l’Università di Perugia, un proprio SW per calcolare il Carbon Footprint di ogni singolo edificio (AUDIT).
- Nel 2022 Manini acquisisce la concessione in esclusiva del dispositivo certificato Jawfix, un importante sistema di dissipamento sismico da applicare alle proprie realizzazioni e sigla un accordo con Rete Clima per aderire al Progetto nazionale Foresta Italia patrocinato dal MITE (Ministero della Transizione Ecologica) e dal MIPAAF (Ministero delle politiche Agricole Alimentari e Forestali) per la riforestazione e il recupero di territori degradati da incendi e disastri ambientali.
© Copyright 2022. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy