Via libera ai Comuni per gli interventi di efficienza energetica

Sostenibilità ed efficienza energetica nei Comuni: via libera entro il 23 novembre agli acquisti sul Mepa per gli interventi finanziati con l’avviso CSE 2022.
Impianti fotovoltaici, solari termici per uffici e scuole; a pompa di calore per la climatizzazione (con relativi servizi connessi), sistemi di relamping, chiusure trasparenti con infissi e sistemi di schermatura solare, generatori a combustibile, caldaie a condensazione, servizi di certificazione energetica (APE) per scuole, uffici e altre destinazioni d’uso. Si tratta degli acquisti di prodotti finalizzati all'efficientamento energetico degli edifici e alla produzione di energia da fonti rinnovabili che, a partire dall’8 novembre, possono essere effettuati sul Mercato elettronico della PA (Mepa), gestito da Consip, da parte dei Comuni che intendono accedere al finanziamento previsto dall’Avviso C.S.E. 2022 del Ministero della Transizione Ecologica (oggi “Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica”).

Gli interventi sono finanziati con contributi a fondo perduto pari al 100%, attraverso le risorse dell’iniziativa REACT - EU destinate all’Asse prioritario VI del Programma Operativo Nazionale (PON) “Imprese e competitività” 2014-2020. I contributi vengono assegnati fino a esaurimento dei fondi disponibili, pari a 320 milioni di euro. Il 50% delle risorse è riservato agli interventi nelle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia).

Gli interventi devono riguardare edifici di proprietà delle Amministrazioni comunali sul territorio nazionale e adibiti a uso pubblico, con l’esclusione quindi degli immobili in semplice detenzione o possesso. Il massimo delle istanze di contributo che ogni amministrazione può presentare sono pari a cinque e ciascuna non inferiore a 40mila euro e non superiore a 215mila euro, che è l’attuale soglia di rilevanza comunitaria.

La nota Consip spiega che “una volta predisposta l’acquisizione sul Mepa, dal 23 novembre i Comuni potranno poi accedere alla Piattaforma telematica CSE 2022 e avviare la richiesta di finanziamento, la cui trasmissione può essere effettuata a partire dal 30 novembre, giorno di apertura dello sportello, sino a esaurimento della dotazione finanziaria e comunque non oltre il 28 febbraio 2023”. Per maggiori informazioni
© Copyright 2022. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy