Laterlite per il “waterfront” di Bari

Quasi due chilometri di litorale riqualificati all’insegna della qualità paesaggistica: è il nuovo “waterfront” di Bari. Si tratta di un progetto molto importante per la città pugliese.
Il progetto definitivo su incarico dell’amministrazione comunale è firmato da un team di professionisti con a capo l’Arch. Eugueni Arbizzani della STS S.p.A. di Bologna. Il nuovo fronte a mare è stato concepito come passeggiata urbana pedonale che lambisce la città vecchia, con sedute, aiuole e sistemazioni a verde tipo “macchia mediterranea”, piste ciclabili e illuminazione stradale moderna e coerente con le nuove funzioni. Obiettivo del progetto è anche quello di contrastare l’erosione costiera e gli effetti delle mareggiate sul tessuto urbano.

Tra le diverse opere previste, un elemento architettonico caratterizzante è la struttura che sul molo Sant’Antonio ospiterà nuove funzioni: info-point, spazi per iniziative culturali e sociali, caffetteria, e soprattutto la sede del Museo del Mare. Per questa parte del progetto è stato usato Lecacem Mini di Laterlite per una superficie complessiva di circa 3.000 m2. Premiscelato leggero e isolante a base di argilla espansa Lecapiù, Lecacem Mini è stato scelto per le sue caratteristiche di leggerezza, resistenza e isolamento termico.

Lecacem Mini è il sottofondo alleggerito, premiscelato in sacco, isolante e ad elevata resistenza (Rck 50 kg/cm2) e chiusura superficiale. È un prodotto molto versatile, indicato per la realizzazione di sottofondi leggeri, strati di isolamento termico-alleggerimento, pendenze e coperture, strati di compensazione per la posa dei pannelli del sistema di riscaldamento a pavimento. Lecacem Mini è leggero (ha una massa volumica di circa 600 kg/m3) e contribuisce in maniera fondamentale all’isolamento termico grazie al suo basso coefficiente di conducibilità termica certificato (λ 0,142 W/mK). Inoltre, le caratteristiche “naturali” dell’argilla espansa Leca permettono a Lecacem Mini di essere prodotto incombustibile (Euroclasse A1) ed ecobiocompatibile certificato ANAB-ICEA per la Bioarchitettura.
© Copyright 2020. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy