Mitsubishi per l’impianto della nuova sede di Coima a Milano

Il quartiere di Porta Nuova a Milano è uno dei più grandi cantieri d’Europa. L’ultimo palazzo sorto nell’area in ordine di tempo è la nuova sede di Coima, sviluppatore e gestore della stessa Porta Nuova.
L’edificio, con una superficie totale di 3.500 metri quadrati, 5 piani fuori terra e un piano interrato, ha ottenuto la certificazione Leed Platinum per il suo ridotto impatto ambientale.
L'impianto di climatizzazione è misto aria-acqua con unità terminali di tipo fan coil canalizzati nel controsoffitto e aria primaria. I fluidi primari vengono prodotti da una centrale posta al piano interrato dell'edificio stesso, mediante una pompa di calore polivalente condensata ad acqua ERACS2-WQ Mitsubishi Electric a marchio Climaveneta, che produce simultaneamente acqua calda e refrigerata. I fluidi prodotti vengono poi distribuiti mediante le pompe del circuito secondario, dotate di inverter, alle varie utenze.
Francesca Martinoli, Associato ARIATTA Ingegneria dei Sistemi S.p.A afferma: “Considerata la struttura dell'edificio, con la compresenza di ampi uffici vetrati e di piccole salette interne, e la sua destinazione d'uso, l'impianto è stato proposto a quattro tubi. Questa scelta garantisce la possibilità di avere il giusto carico termo frigorifero durante tutto l'anno e garantire così il massimo comfort e benessere per gli occupanti di questo edificio, ovviamente massimizzando anche il risparmio energetico.”
L’unità polivalente produce acqua calda a 42°C e refrigerata a 8°C, anche simultaneamente, garantendo la massima efficienza energetica e minimizzando sia le emissioni sonore che quelle di CO2 in loco, nel pieno rispetto del protocollo LEED.
© Copyright 2020. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy