Promulgato il DL Crescita che contiene importanti novità anche per il settore delle costruzioni

Il Consiglio dei Ministri, nella seduta del 23 aprile u.s. n. 56, ha approvato il decreto-legge che introduce misure urgenti per la crescita economica ed interventi in settori industriali in crisi.
Sisma Bonus
Il testo prevede incentivi per la valorizzazione edilizia da parte delle imprese di costruzione con registro e ipocatastali fisse ed estensione del “sisma bonus acquisti” alle zone 2 e 3, oltre a un ampliamento della platea dei comuni che possono fruire dell'incremento della detrazione prevista per la realizzazione di interventi di riduzione del rischio sismico. 
Nel caso di realizzazione di interventi che determinino il passaggio ad una classe di rischio sismico inferiore, effettuati nelle zone classificate a rischio sismico 1, 2 e 3 (prima era solo 1), mediante demolizione e ricostruzione di interi edifici, anche con variazione volumetrica rispetto all'edificio preesistente, ove le norme urbanistiche vigenti consentano tale aumento, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare, che provvedano, entro diciotto mesi dalla data di conclusione dei lavori, alla successiva alienazione dell'immobile, è prevista una detrazione dall'imposta del 75%, incrementata all'85% nel caso di interventi da cui derivi il passaggio a due classi di rischio inferiori, per gli acquirenti di detti immobili.  
 
Il Consiglio ha, altresì, deliberato ulteriori misure per la realizzazione degli interventi volti alla messa in sicurezza dei territori e alla tutela dell’incolumità pubblica nei porti di Genova e Savona-Vado, resisi necessari a causa degli eventi meteorologici che si sono verificati nel territorio della regione Liguria nei giorni 29 e 30 ottobre 2018. Tali interventi sono previsti dalla lettera e) dell’articolo 25, comma 2, del decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1.

Efficientamento energetico 
Ulteriori 500 milioni di euro stanziati per il 2019 per la realizzazione di progetti relativi a investimenti nel campo dell'efficientamento energetico e dello sviluppo territoriale sostenibile da destinare ai Comuni che sono tenuti a iniziare l'esecuzione dei lavori entro il 31 ottobre 2019. 
L'erogazione avviene, per il 50%, previa richiesta da parte del Ministero dello sviluppo economico sulla base dell'attestazione dell'ente beneficiario dell'avvenuto inizio dell'esecuzione dei lavori entro il termine previsto.

Nuove assunzioni di professionisti
Novità interessanti per ingegneri, architetti e geologi, nel DL Crescita sono previste assunzioni di nuovo personale tecnico da inserire nel Provveditorati interregionali alle opere pubbliche del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. Più nel dettaglio l'art.47 prevede l'assunzione a partire dall'1 dicembre 2019 di cento unità di personale di alta specializzazione ed elevata professionalità, da individuare tra ingegneri, architetti e geologi e, nella misura del 20%, di personale amministrativo.
© Copyright 2020. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy