Fissaggi in zona sismica

La corretta progettazione di una connessione in zona sismica richiede ancoranti dotati di una specifica qualifica in modo tale da garantire il corretto trasferimento dei carichi anche in presenza di un evento sismico.
Oltre alle ormai ben note qualifiche per calcestruzzo non fessurato (opzione 7) e fessurato (opzione 1), in caso di progettazione sismica si richiede la qualifica in categoria C1 o C2, in accordo alla linea guida TR049 o al nuovo EN1992-4.
In accordo a queste due linee guida, l’idoneità al carico sismico è classificata secondo due protocolli di prova, individuati in funzione della sismicità dell’area e della classe di importanza dell’edificio su cui operare. Essi si distinguono in:
• Categoria sismica C1 – adatta solo per impieghi non strutturali con livelli di bassa sismicità.
• Categoria sismica C2 – adatta per impieghi strutturali e non strutturali e per tutti i livelli di sismicità.

Bossong S.p.A., azienda produttrice di ancoranti chimici e meccanici è in grado di offrire diversi tipi di ancoranti con qualifica sismica C1 e C2.
Nella gamma degli ancoranti chimici troviamo:
• Resina epossidica BCR EPOXY 21, dotata di qualifica sismica C2 per barre filettate 8.8 diametro M16, M20 e M24.
• Resina vinilestere BCR V-PLUS, con qualifica sismica C1 per barre filettate 8.8 diametri M12 a M20 e qualifica sismica C2 per diametri M12-M16.
La resina BCR V-PLUS è inoltre dotata di qualifica sismica per connessioni post installate di barre ad aderenza migliorata, secondo la nuova linea guida EAD 331522-00-0601, per diametri da 12mm a 32mm.

Nella gamma degli ancoranti meccanici troviamo:
• Ancorante meccanico ad espansione NWS-CE1, dotato di qualifica sismica C1 e C2 fino a diametri M20 in acciaio zincato o INOX A4 con performance elevate.
• Vite per calcestruzzo CLS-CE-con qualifica sismica C1 per viti diametro 8,10,12, e 14. In acciaio zincato ed INOX A4 con testa disponibile in 3 differenti versioni: esagonale, svasata e bombata.

Per quanto riguarda gli ancoranti chimici, il prodotto BCR V-PLUS è stato aggiornato secondo le nuove linee guida EOTA ed ha ottenuto delle nuove ed importanti qualifiche.
Grazie alle nuove qualifiche ed in base ai dati di carico CE-ETA si ha a disposizione uno dei migliori prodotti presenti sul mercato europeo con doppia certificazione. ETA-09/0140 OPZIONE 7 per calcestruzzo non fessurato da M8 a M30 e da 8mm a 32mm e OPZIONE 1 per calcestruzzo fessurato con barra da M10 a M20.
Il prodotto è qualificato in CATEGORIA SISMICA C1 per diametri M12-M16-M20 e CATEGORIA SISMICA C2 (più gravosa) per diametri M12-M16, rendendo dunque il prodotto utilizzabile per fissaggi strutturali in zone ad elevata sismicità.
Il prodotto è omologato per fissaggi con una profondità variabile di ancoraggio, per dare al progettista un’elevata flessibilità. Massima profondità di ancoraggio fino a venti volte il diametro nominale della barra filettata.

Il prodotto inoltre risulta avere una seconda qualifica, l’ ETA-09/0246, relativo alla qualifica per barre ad aderenza migliorata (diametro da 8mm a 32mm) per connessioni post-installate in calcestruzzo armato. Riduzione della minima profondità di ancoraggio per la realizzazione di connessione post-installate di barre ad aderenza migliorata. All’interno dell’ETA è presente anche la certificazione di resistenza al fuoco, fino ad un massimo di R240. Il prodotto inoltre è qualificato anche per la progettazione e realizzazione di connessioni post-installate in caso di azione sismica secondo il nuovissimo EAD 331522-00-0601 per diametri da 12mm a 32mm.
Possibilità di effettuare l’installazione dell’ancoraggio tramite punte aspiranti. Questa modalità di installazione permette di evitare la procedura di rimozione della polvere tramite pompa soffiante e scovolino metallico, e riduce dunque in modo significativo la velocità di installazione. Possibilità di utilizzare il prodotto in calcestruzzo asciutto, umido e con foro allagato. Grazie alla nuova qualifica è inoltre possibile effettuare installazioni con temperature di installazione < 0°C, rendendo il prodotto adatto per ogni tipo di condizione ambientale.
La reazione di indurimento del prodotto avviene anche in presenza di acqua. Le temperature di esercizio certificate sono negli intervalli:
-40°C/+40°C (T° max lungo periodo = 24°C)
-40°C/+80°C (T° max lungo periodo = 50°C)
-40°C/+120°C (T° max lungo periodo = 72°C)


Versione V-PLUS “Winter” con tempo di indurimento accelerato e “Tropical” con tempo di indurimento decelerato.
© Copyright 2021. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy