I numeri della demolizione del Ponte Morandi

Oggi, venerdì 28 giugno, il Ponte Morandi è stato demolito definitivamente. Sono state fatte implodere le pile 10 e 11 per un totale di 4.500 tonnellate di materiale tra cemento e acciaio. Il detonatore è stato attivato alle 9.37 e la demolizione è durata 6 secondi. Nei giorni precedenti erano stati collocati i 1400 chili di dinamite necessari, che erano stati suddivisi in quattromila microcariche. Sono questi i numeri che hanno caratterizzato questa spettacolare operazione.
Tutto è andato secondo programma. C’è stato un ritardo di circa mezz'ora sulla tabella di marcia, ma questo è servito per effettuare gli ultimi accertamenti sulle evacuazioni. Sono state infatti 3400 le persone che hanno dovuto lasciare le proprie case a partire dalle 6 del mattino.
Uno degli elementi più complessi dell’operazione è stata certamente la necessità di far fronte al rischio polveri. Non solo causate dall’esplosione e dall’immediatamente successivo impatto del materiale col suolo, ma bisognava evitarne anche la dispersione e il risollevamento. Inoltre c’era il rischio che le polveri contenessero amianto.
Per far fronte a questo timore è stato organizzato un imponente sistema di contenimento idrico. L’acqua è stata impiegata mediante diversi mezzi: vasche, trincee e cannoni. Alle 9.28 sono entrati in funzione gli idranti che hanno bagnato il terreno alla base delle pile 10 e 11. Poi in concomitanza con l’esplosione sono stati alzati dei veri e propri muri d’acqua, alti quasi 50 metri. Dopo l'esplosione delle due pile le centraline di monitoraggio delle polveri nell'aria sono state attivate immediatamente.
Notizie correlate
  • Prima gettata di calcestruzzo per la ricostruzione del Ponte Morandi
    A Genova procedono i lavori per la costruzione del nuovo viadotto progettato da Renzo Piano per sostituire il ponte Morandi (in parte crollato il 14 agosto 2018 provocando 43 vittime). La realizzazione è affidata a Pergenova, joint venture tra Salini Impregilo e Fincantieri. I prossimi saranno giorni cruciali per la realizzazione di questo progetto.
© Copyright 2020. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy