Tasselli e ancoranti per sistemi antisfondellamento

Bossong, azienda produttrice di ancoranti chimici e meccanici, ha sviluppato due elementi per sistemi antisfondellamento: tassello meccanico ad espansione Bul e vite da calcestruzzo CLS-I CE.
Lo sfondellamento è un fenomeno che interessa la parte inferiore dei solai in laterocemento, nello specifico è il fenomeno di distacco e successiva caduta della parte inferiore delle pignatte. Il fenomeno include anche il distacco di eventuale intonaco e malta, che vanno dunque ad aumentare il peso totale e la gravità del fenomeno. Il materiale che si distacca dal solaio può arrivare ad avere un peso di circa 50kg/m2, e la caduta di un tale peso da un’altezza pari a quella di interpiano risulta essere molto pericolosa per l’incolumità delle persone. Le cause del fenomeno sono spesso riconducibili all’invecchiamento del solaio, ad un aumento dei carichi agenti o ad una non corretta realizzazione del solaio stesso. Solitamente gli edifici con travi di luce particolarmente elevata, quali ad esempio scuole, biblioteche e in generale edifici con spazi aperti molto ampi, sono più soggette a tale tipo di fenomeno. La soluzione che viene ad oggi nella maggiore parte dei casi realizzata risulta essere quella di sistemi antisfondellamento realizzati con reti antisfondellamento fissate ai travetti in calcestruzzo tramite appositi ancoraggi e successivamente intonacate o nascoste tramite controsoffitti in aderenza oppure distanziate tramite pendinatura. Gli ancoranti che generalmente vengono utilizzati sono ancoranti meccanici ad espansione oppure viti da calcestruzzo. Il tassello Bulgaro BUL, spesso utilizzato per questo tipo di applicazioni, risulta essere composto da un tassello meccanico con corpo, vite con testa svasata Torx e cono di espansione interamente in acciaio Inox A2. Il tassello Bul è inoltre dotato di una rondella speciale di diametro 55mm per fissare in modo corretto la rete antisfondellamento. La rondella è inoltre pieghevole, in modo tale da poter essere utilizzata anche in presenza di eventuali spigoli o muri. Un secondo ancorante che viene generalmente utilizzato per questo tipo di interventi è la vite da calcestruzzo CLS-I CE. La particolarità di questa vite è che oltre ad avere una rondella da 25mm, necessaria per poter fissare la rete antisfondellamento, la vite CLS-I CE è anche dotata di una testa esagonale con filettatura interna M8/M10. Questa peculiarità la rende il prodotto ottimale per effettuare gli interventi di antisfondellamento con creazione di controsoffitto con pendinatura.
© Copyright 2021. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy