Edificio residenziale - Cagliari

La soluzione proposta da Ursa e realizzata per un complesso residenziale vicino a Cagliari.
La copertura di un edificio rappresenta in molti casi la superficie maggiormente esposta alle escursioni termiche e alle intemperie. Per questo motivo, negli ultimi anni gli sforzi dei progettisti si sono concentrati nel mettere a punto soluzioni e strategie di isolamento sempre più performanti e sicure. Un esempio significativo è dato dal complesso residenziale situato nel cagliaritano, formato da 4 blocchi di villette a schiera. In questi edifici la copertura inclinata è stata isolata con i prodotti della multinazionale URSA. L’esigenza progettuale consisteva nel limitare sensibilmente i flussi termici attraverso il tetto, soprattutto in estate data l’elevata esposizione al sole. Le tipologie di isolanti URSA impiegate ostacolano in inverno la dispersione del calore dai locali verso l’esterno e nei mesi estivi creano una barriera al passaggio di calore dall’esterno verso l’interno delle abitazioni. Oltre all’elevato comfort abitativo nelle diverse stagioni dell’anno, l’isolamento termico URSA della copertura inclinata garantisce risparmi economici, preserva la durata del tetto e, di conseguenza, contribuisce ad aumentare il valore degli immobili.

L’intervento

Entrando nei dettagli tecnici a livello di stratigrafia della copertura, la soluzione scelta ha previsto la posa di un doppio strato di schermo protettivo con funzione di barriera al vapore URSA SECO PRO 60, a partire da uno stato portante costituito da un solaio in laterocemento. Il primo strato coibente è costituito da una lastra in lana di legno mineralizzata URSA WOODLITH S dello spessore di 2,5 cm e conducibilità termica pari a 0,063 W/mK. Al di sopra è stato posato un ulteriore doppio strato isolante in fibra minerale URSA TERRA 62 da 5 cm di spessore per pannello e conducibilità termica pari a 0,032 W/mK. Questo doppio strato è contenuto all’interno di una doppia orditura incrociata costituita da travetti di legno. A completamento del sistema, a chiusura del pacchetto isolante, è stata inserita una nuova lastra in lana di legno mineralizzata URSA WOODLITH S dello spessore di 2,5 cm, atta a costituire un idoneo piano di calpestio per la posa della membrana bituminosa di tipo ardesiato. La membrana è stata posata a caldo come consentito dalla superficie del pannello URSA WOODLITH S sottostante. La copertura così costituita permette, grazie al doppio strato di barriera al vapore, l’assenza di formazione di condensa interstiziale, rischio decisamente probabile data la presenza di una membrana bituminosa all’estradosso della copertura. Nell’edificazione delle villette, l’inserimento di materiali coibenti differenziati per caratteristiche di capacità termica ha reso possibile il raggiungimento di un elevato isolamento invernale e, soprattutto, un elevato comfort estivo.
© Copyright 2020. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy